Donne Peshmerga

La guerra, questa bestia maledetta che alcuni arrivano a chiamare Grande o Santa. La guerra cha ha rumori di proiettili e urla di feriti. Odore di paura e di sangue. Odio la guerra. Ma quando queste donne di questo popolo senza patria, imbracciano le armi e difendono il loro esistere, devo far tacere l’odio e dar voce al mio rispetto.

Il ritorno

In questa foresta fitta di parole e di immagini, si aggiravano titubanti pochi esploratori, armati del loro solo ingegno e di tanta voglia di squarciare il silenzio che li circondava nella vita reale. Altri invece si aggiravano spavaldi, facendo un baccano assurdo con le loro ciance. Alcune anime pensanti si ritrovarono fra le parole ed i pensieri abbandonati nella rete … Continua a leggere

Silente

Se crescere e diventare adulto portasse il non stare in pena Per il tuo silenzio che invece strugge l’anima e avvelena le ore E vorrebe dire non curarsi per nulla e svegliarsi di buona lena E fresco e profumato andarsene a faticare senza alcun dolore.   Se diventar maturo comporta il rifugiarsi dietro ai capelli bianchi Ed aver dell’amore un … Continua a leggere

Quando i tiranni cadono

Sorridono lassu’, son sicuro che finalmente sorridono. La caduta del tiranno pagliaccio, ancora non compiuta, ma cosi’ vicina, deve aver fatto sorridere qualcuno che non cammina piu’ sui sentieri di questa vita. Le stesse mitraglie in mano ai giovani lo stesso fumo dai palazzi del potere, ma stavolta il canto e’ rivolto contro il dittatore. Vessazione e paura, perdita e … Continua a leggere

Libera traduzione di “If” di R. Kipling (Lettera al figlio 1910)

Se   Se puoi mantener salda la testa, quando tutti d’attorno stan perdendo la loro e ti incolpano di questo. Se riesci ad aver fiducia in te stesso quando tutti dubitano di te  ma riesci anche a permettere il loro dubitare. Se puoi aspettare e non stancarti dell’attesa  oppure subire la menzogna, senza darti alle bugie. O, se odiato, non … Continua a leggere

Notizia

Mi e’ arrivata, stamattina, la tua notizia. Non ci sei più in questo paese straniero, non ci sei più in questo mondo cretino. Non hai volato troppo lontano dalla gabbia, inciampando spesso nel fango e con la voglia di non sporcarti l’abito. I fazzoletti che coprono, sporchi, la testa delle tue parenti e quelle mani sporche che nascondono sorrisi su … Continua a leggere

J’ accuse

Io accuso voi patetici quarantenni che cercate di riparare gli affronti della vostra stupida adolescenza. Io accuso voi e le vostre rughe mostrate indegnamente in questo specchio della solitudine piu’ sterile e duro che chiamano “la Rete”. Io accuso e condanno le vostre foto ingiallite ed oramai virtuali, cosi’ miseramente esposte in bacheche quasi a vantarsi della stolta e crudele … Continua a leggere

Viaggio

Senza rumore e senza avvertire, un viaggio in un momento, e’ finito. Di domenica come tuo padre, sei arrivata al termine di ogni storia su questa Terra. La tua voce, la sera prima, senza un saluto e rotta dall;affanno che ti avrebbe rubata. Il vuoto e le parole inutili, i volti bagnati, le tue perle vicino a me. Ti ho … Continua a leggere

Poesiando

Creatura nell’ Universo         Perche’ ho bisogno di viaggiare, di stancarmi   E di riposare in alberghi piccoli   E puliti, dalle tendine messe li   Quasi per scherzo.     Perche la sera devo leggere, per assopire   Questo mio cuore fiero   E sognare poi i gabbiani di Dublino   Il freddo del vento, il … Continua a leggere